Kalé Kàris – Viaggi di una Aspirante Musa tra Arte e Natura

I viaggi danno una grande apertura mentale: si esce dal cerchio dei pregiudizi del proprio Paese e non si è disposti a farsi carico di quelli stranieri. (Charles-Louis de Montesquieu)

Il Bisogno di Rallentare: The Undomestic Goddess

Nella vita di tutti giorni, spesso, si corre senza meta, si corre senza chiedersi nulla. Non possiamo sbagliare, non possiamo neanche immaginare di rallentare.

Un paio di anni fa, per “caso”, sono capitata in una libreria leccese. Ho trovato un libro scritto dall’autrice, Sophie Kinsella, che ha un modo di scrivere leggero ma profondo allo stesso tempo. Cercavo il seguito di I love shopping e invece ho trovato The Undomestic Goddess, pubblicato in Italia con il titolo: La regina della casa.

La Storia:

Il libro racconta di una ragazza, avvocatessa, che ormai vive solo per il lavoro. Non c’è tempo di avere un amante, di uscire con le amiche, di rilassarsi, di vivere. Samantha Sweeting è molto intelligente e presto ha possibilità di andare avanti nella sua carriera nello studio legale londinese dove lavora, ma si accorge di aver commesso un errore sul lavoro e fugge via per istinto invece di affrontarne le conseguenze. Non ha mai sbagliato in vita sua.

Fugge, viaggia in treno fino ad arrivare nella campagna inglese. Ormai persa, chiede informazioni presso una meravigliosa casa. Per una serie di equivoci, i proprietari credono ella sia una candidata per il lavoro di governante e l’assumono. Sam nella confusione si ritrova a fare lavori di casa, senza averli mai fatti. Rimane così nascosta per un periodo. Troverà chi le insegnerà a gestire una casa e a cucinare, conoscerà le piante, incontrerà un uomo affascinante. Imparerà a rallentare. 

E’ un libro ricco di spunti e colpi di scena ma non vi racconto tutta la storia! Vi consiglio di leggerlo! Potete ordinarlo da qui: La regina della casa.

lareginadellacasa

Perché il bisogno di rallentare?

Rallentare ci permette di guardare dentro noi stessi, è da lì che scappiamo. Ci sono giorni che anche io vorrei salire su un treno, in preda all’impeto della fuga. Il bisogno è qualcosa di fisiologico, per questo se ignorato può portare a reazioni reali di fuga o a stati di agitazione. Sembra quasi normale soffrire, una cosa di tutti i giorni. Non è così. Siamo fatti per la calma, siamo fatti per vivere facendo uno scalino alla volta. Chi cade è troppo debole. In realtà chi cade, sta solo cercando con più attenzione. Cerca una soluzione, sé stesso, l’amore, la vita.

Fuga da cosa?

Da varie situazioni e in particolare da un lavoro o dallo studio che: non amiamo, non ci appartiene più o che amiamo ma ha ritmi stressanti e non adatti all’essere umano.

Non dico di correre via come Sam. Dico che ognuno di noi, se cercherà, troverà la migliore soluzione!

Questo libro mi ha fatto sognare, desiderare una vita semplice con ritmi naturali. Perché noi questo siamo. Lo dico sempre, lo dimentico anche io. Siamo natura.

Alla prossima avventurieri della vita!

Otranto, (LE) Italy – My own pic.

Licenza Creative Commons Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ispirazione

Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone. (John Steinbeck)

Calendario

luglio: 2017
L M M G V S D
« Apr   Ago »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivi di Viaggio

Statistiche del Blog

  • 3,973 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: